Come proteggere la propria casa da eventi atmosferici e calamità naturali?

Quando la natura si ribella: bombe d’acqua e forti grandinate sono sempre più frequenti. Come tutelarsi e prevenire i danni?

Il cielo è azzurro, il sole splende… Eppure di colpo la giornata si incupisce e inizia a grandinare. In estate sempre più spesso capitano grandinate improvvise, con chicchi difficili da dimenticare, anche per via dei danni.

I chicchi di grandine possono causare seri danni alla nostra casa e a tutto ciò che la circonda. Stipulare un’assicurazione per proteggersi da eventi atmosferici e calamità naturali è la soluzione per tutelarsi da queste situazioni.

Con i recenti cambiamenti climatici, che portano spesso piogge torrenziali e vere e proprie bombe d’acqua, la polizza eventi atmosferici risulta essere una ottima garanzia accessoria, consentendo di avere un rimborso e una copertura parziale per poter riparare i danni alla propria abitazione.

«Le tapparelle degli abbaini rovinate, i pannelli solari distrutti o danni al tetto con conseguenti infiltrazioni d’acqua sono solo alcuni esempi di ciò che può succedere in caso di bomba d’acqua», afferma Roberto Uberti, socio e direttore commerciale di Consass.

«Anche le imprese dovrebbero tutelarsi: cosa succederebbe se una tromba d’aria danneggiasse il capannone, o se una bomba d’acqua causasse un allagamento in un magazzino merci?»

Per quanto riguarda l’automobile, sempre più persone si tutelano dai danni da grandine stipulando una copertura eventi atmosferici, ma sono ancora pochi coloro che pensano a proteggere la casa.

La casa è il bene più prezioso che una persona o una famiglia possa avere: spesso acquistata con tanta fatica e sacrificio, magari stipulando un mutuo di diversi anni, è il luogo dove trascorriamo i momenti più intimi e intensi
della nostra vita. Eppure, secondo le stime nazionali, solo il 30% degli italiani è assicurato.

I danni da grandine sono sempre una seccatura. Per evitare che diventino ancora più preoccupanti, noi di Consass proponiamo polizze assicurative ad hoc.

«L’assicurazione contro gli eventi atmosferici e naturali copre i danni riportati dall’abitazione o dal veicolo assicurato, qualora vengano causati da eventi climatici di straordinaria entità» continua Roberto Uberti. «Sono polizze che noi consigliamo, sopratutto a chi possiede una casa di proprietà, visto il meteo degli ultimi anni».

Il clima è diventato sempre più instabile e i fenomeni atmosferici sono sempre più frequenti, improvvisi, e violenti.

Secondo il rapporto Ispra 287/2018 sul Dissesto idrogeologico in Italia, 9 comuni su 10 sono a rischio di inondazioni e alluvioni, rischio aggravato dalla scarsa manutenzione di fiumi e corsi d’acqua.

E ancora, secondo il Report Tornado 2014-2018, solo nell’anno 2018 sono state registrate in Italia ben 52 trombe d’aria, una media di una a settimana. Un fenomeno sicuramente imprevedibile e sempre più pericoloso.

Senza parlare dei terremoti: secondo i dati 2019 di INGV sulle zone sismiche superiori alla 3, in Italia sono oltre 18 milioni gli edifici a rischio.

Cosa possiamo fare per mettere al sicuro il nostro mondo, nel miglior modo possibile? «La risposta è: assicurarsi. Un incidente casalingo, un evento atmosferico inaspettato o semplicemente una distrazione, possono mettere in pericolo la tua casa e la tua serenità. Conoscere i pericoli e sapere come affrontarli è il primo passo per mettere al sicuro il
nostro mondo»
.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *